/ di

Alessandro Ferrucci Alessandro Ferrucci

Alessandro Ferrucci

Giornalista

Appassionato di arte contemporanea, mi laureo in Storia dell’arte a La Sapienza di Roma, per poi approdare alla redazione sportiva de l’Unità. Di arte, poca. In seguito cronaca e politica, sempre nel quotidiano fondato da Antonio Gramsci. Nel frattempo master in Yacht management per seguire le scie di Luna Rossa. Poi un’esperienza con un parlamentare europeo e l’approdo al Fatto Quotidiano.

Articoli Premium di Alessandro Ferrucci

Italia - 3 dicembre 2018

La Calabria abbandonata rivive con Calopresti

Il patto tra Mimmo Calopresti, nelle abituali vesti di regista, e Fulvio Lucisano, in quelle di produttore cinematografico, era semplice, senza scorciatoie o alibi: “Il film lo giriamo solo se troviamo la location giusta”. Ferruzzano Superiore, a venti chilometri dal mare, pieno Aspromonte, a un tiro di schioppo da San Luca, patria della ’ndrangheta, a […]
Cultura - 2 dicembre 2018

“Lavorare con Jannacci è stato un culo incredibile. Come con Mastroianni”

Al solo nominare Jannacci (ogni volta) gli occhi si arrossano e la concentrazione è tutta per cercare di limitare ricordi e lacrime. Milano, pasticceria Gattullo, in fondo alla sala, davanti all’ultimo di una serie di tavolini tondi, Renato Pozzetto detta i confini del tempo: “Vengo qui da cinquanta e passa anni. Un punto di ritrovo […]
Cultura - 25 novembre 2018

“Mi hanno chiamato ‘cessa’ e per Maria ho beccato un geranio da un balcone”

“L’estate la passavo in campagna dai nonni: tre mesi lì, non c’era neanche il bagno in casa, e se di notte avevi un’urgenza, dovevi andare nella vigna, al buio, da sola, e da sola tornare. Ogni tanto provavo a fuggire, componevo un’improbabile borsa da viaggio, le mie cose ammassate dentro una busta di plastica, e […]
Commenti - 23 novembre 2018

I maschi zeta con le foto “Un paio di botte”

Resoconto di una conversazione estemporanea, tra due sconosciuti all’uscita di una palestra romana. Il primo soggetto, circa vent’anni, muscoloso ma non sfrontato nei suoi bicipiti, lo chiameremo Luca; il secondo, 30 anni o poco meno, è Stefano. Luca: “Quella tipa rimorchiata l’altroieri poi me la sono scopata”. Stefano: “Di già!” “Sì, l’ho fatta salire a […]
Cultura - 22 novembre 2018

“È stato un bell’azzardo: papà voleva il posto fisso”

Un palco, uno spettacolo da mettere in scena, un fratello in difficoltà (tre della compagnia ammalati, come racconta nella prefazione della pagina accanto); una mamma che ti sprona, una vocina interna che dice “vai, è il momento”; sempre quella vocina che insiste e ti sobilla verso “una (presunta) botta di follia”. E puff, scatta la […]
Cultura - 18 novembre 2018

“I miei soldi hanno aiutato Trump per lasciare Ivana. Il calcio? Un mondo losco”

La prima domanda, il primo dubbio dopo l’ictus dell’anno scorso (“come sta?”) iniziano a sciogliersi già dal brusio che invade l’ascensore; spariscono del tutto appena varcata la soglia di casa: Vittorio Cecchi Gori in tuta, decisamente dimagrito, un colore di capelli sobrio, leggermente paonazzo mentre urla al telefono: “Tycoon a chi? A chiiiiii! Non sono […]
Cultura - 11 novembre 2018

“Volevo fare il calciatore, cucino peggio di Tognazzi e il mio mito è Giannini”

Stoooop! Fine ciak. E Marco Bocci quasi si ribalta per uscire al volo da un’auto allestita a studio, e corre verso Libero De Rienzo e Antonia Liskova per abbracciarli. I due abbassano le spalle e sorridono, non sono più spiazzati dagli entusiasmi del loro regista quando apprezza la scena: “È una sorta di partecipazione e […]
Cultura - 4 novembre 2018

“Gli spettacoli in pizzeria, il sesso coi mutandoni rosa e i consigli di zio Tonino”

“Ma è proprio certo dell’intervista con me?”. Sì, perché? Fabio De Luigi, sornione senza malizia, quando risponde non ama mai la strada breve, spesso si inerpica su ragionamenti articolati con sfumature astratte; per molte donne è un sex symbol nonostante un suo perenne e reale stupore e nonostante non abbia quasi nessuna classica caratteristica del […]
Cultura - 28 ottobre 2018

“La scrittura mi ha salvato dal fare l’attore. Salvini a Rocco non piace di certo”

Il primo fuma canne tutto il giorno, l’altro neanche le sigarette; il primo prende a schiaffoni ogni fastidio fisico e mentale, l’altro preferisce il silenzio della campagna; il primo sfida il freddo di Aosta con il loden, l’altro si infagotta in un piumino alla prima brezza autunnale. Però la distanza tra Rocco Schiavone e Antonio […]
Cultura - 27 ottobre 2018

“Hendrix, l’ultimo Addio”. Le eredità di Patty Pravo

“Io? Io sono un essere”. Senza troppe definizioni, restrizioni, stereotipi o facili salvagenti per incasellare una persona. Lei è Patty Pravo, dove neanche l’età esiste, solo storia presente, passata e futura (“perché la mia vita è il palco”), con 55 anni vissuti dentro un personaggio nato a metà degli anni Sessanta e celebrato sotto ogni […]

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×