/ di

Alessandro Ferrucci Alessandro Ferrucci

Alessandro Ferrucci

Giornalista

Appassionato di arte contemporanea, mi laureo in Storia dell’arte a La Sapienza di Roma, per poi approdare alla redazione sportiva de l’Unità. Di arte, poca. In seguito cronaca e politica, sempre nel quotidiano fondato da Antonio Gramsci. Nel frattempo master in Yacht management per seguire le scie di Luna Rossa. Poi un’esperienza con un parlamentare europeo e l’approdo al Fatto Quotidiano.

Articoli Premium di Alessandro Ferrucci

Cultura - 21 ottobre 2018

“Un tempo mi sentivo come in ‘Bellissima’. Ora ho capito…”

Amiche da trenta e passa anni, ma non per modo di dire, le reali gioie, gli inevitabili dolori; confidenze, confronti, viaggi, cene senza limiti di orari, “e tra le due io sono quella più affidabile: lei all’improvviso scompare e senza dire nulla; però nella nostra vita abbiamo condiviso veramente molto, e in qualche modo con […]
Cultura - 17 ottobre 2018

“Ho scritto hit per altri. Adesso esco dall’ombra”

La prima chance può arrivare a cinquant’anni, quando l’occhio del riflettore all’improvviso ruota di pochi gradi e illumina chi per due decenni è rimasto all’ombra della gloria altrui; chi da due decenni compone pezzi da hit, da falò intorno alla spiaggia, da standing ovation a Sanremo. “Oramai neanche ci pensavo più e mi andava bene, […]
Cultura - 14 ottobre 2018

“La notte con due pugili, i guardoni sul set e i furti di piadina con Villaggio”

La dura vita dell’eterno sex symbol passa dal tacco 13, neanche 12: “Che fatica! Ieri sono stata in televisione, quando è finita la trasmissione mi sono resa conto di aver dimenticato le scarpe basse e non so dove, così ho preso il treno di ritorno arrampicata su quei trampoli. Un dolore. Un fastidio”. Sono imprescindibili. […]
Cultura - 7 ottobre 2018

“Sul cornicione con la Ferri. I pugni chiusi con i Volonté. E che paura l’ago di Craxi”

Mara Venier ha trentanove di febbre, occhiali da sole a mascherare gli occhi lucidi, tre dita dei piedi doloranti, forse il mignolo fratturato (“sarebbe la terza volta”) e i legamenti rovinati (“grazie a un incidente in diretta con Luca Giurato: mi dovevo operare anni fa, ho evitato. Appena finisce la trasmissione, neanche torno in camerino, […]
Cultura - 30 settembre 2018

“I tramonti con Califano, gli zoccoli di mia madre e il povero Matt Dillon”

L’inatteso arriva dal sorriso. Dallo sdrammatizzare. Dal relativizzare. Dal leggere con lucidità la sua vita e carriera. Eppure per anni Federico Zampaglione, fondatore e leader dei Tiromancino, è apparso burbero, chiuso, quasi respingente, “e in parte è colpa della timidezza, del sentirmi inadeguato sul palco; e poi c’è il tono delle mie canzoni a non […]
Cultura - 25 settembre 2018

Magnani si nasce

Ironica, grandiosa, a volte capricciosa, generosa, sfrontata nel recitare barzellette durante La Lupa di Zeffirelli; e ancora preoccupata del suo aspetto, forte del suo aspetto, straordinaria nella sua arte “e sono 45 anni senza Anna, ma sembrano molti di più”. Il tempo non è sempre veloce. “Non quando ti rendi conto che intorno a te […]
Cultura - 23 settembre 2018

“I funerali rossi di Volonté, le lacrime di Mastroianni e poi quelle foto della Muti”

Nella sua vita c’è tragedia (“ho assistito alla morte di Angelopoulos”); commedia all’italiana (“come Mastroianni che controllava la Deneuve”); goliardate da cine-panettone (“grazie a una foto della Muti mi sono salvato dalla polizia”); avventura (“i miei viaggi? Anche in auto da Roma a Kabul”). Quindi amicizia, amore, politica, crolli finanziari e successive riprese. Sesso, arte, […]
Cultura - 16 settembre 2018

“Berlusconi è il capostipite dei venditori, ma il migliore in assoluto resta Mike”

Il suo cognome è oramai un aggettivo nel parlar comune, con utilizzi plurimi, inaspettati, forse infiniti. È metro di paragone. Giorgio “Mastrota” è dentro il discorso di Renzi dedicato ai celeberrimi 80 euro; è il rimpianto di Nino Frassica (“anche io voglio pubblicizzare i materassi!”) e fonte di riflessione per Edoardo Pesce (“In questa società […]
Cultura - 9 settembre 2018

Paolo Pablito Rossi

Per lui Juventus, Milan, Lanerossi Vicenza e tutte le altre squadre di calcio nelle quali ha giocato sono fasi della vita. Belle. Ma solo fasi. La Nazionale no, la maglia Azzurra Paolo Rossi la sente addosso come forza, riscatto dopo la squalifica del 1980, orgoglio, condivisione, la mejo gioventù da non perdere. E ancora oggi, […]
Cultura - 26 agosto 2018

“Quante botte con Ferrara, figuracce con Confalonieri e le (tante) canne nel ’68”

“Guardo le mie foto di un tempo e dico: ‘Ero proprio bella’. Mica me ne rendevo conto, ero una cretina, condizionata da un’educazione molto severa, e con la mano di mamma sulla testa pronta a tenermi in basso”. E così “pensavo sempre di essere l’ultima, sempre a disagio, non giusta”. Da non giusta Enrica Bonaccorti […]

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×