Largo agli outsider. A Livorno torna il Premio Piero Ciampi e non poteva che farlo spalancando le porte a chi fa più fatica a trovare spazio. Sarà la 26esima edizione (in programma il 16 dicembre) della manifestazione dedicata al cantautore livornese, simbolo assoluto del genio “irregolarità”. “Artista alieno a qualsiasi compromesso con il ‘sistema’ – lo definisce il presidente del Premio Massimiliano Mangoni – Ciampi non ha mai ottenuto i riconoscimenti che avrebbe meritato. Un perfetto outsider, dunque. Sono trascorsi 43 anni dalla sua scomparsa e la situazione non è cambiata, anzi potremmo dire che è persino peggiorata, con la progressiva scomparsa di luoghi ove esprimere la propria creatività al di fuori delle regole imposte dal mercato. Il Premio Ciampi ha dunque deciso di schierarsi, in coerenza con la sua storia quasi trentennale, a favore di coloro che rifiutano questo stato di cose e che intendono la musica innanzitutto come coerenza, ricerca, percorso artistico e umano“. “Per fortuna ci sono ancora premi, ci sono ancora luoghi, ci sono ancora posti nei quali si dà la possibilità di comprendere che c’è anche un altro modo di fare musica” dichiara Simone Lenzi, ora assessore alla Cultura del Comune di Livorno e – oltre a tante altre cose – anche frontman della band di alternative rock Virginiana Miller. “Bisogna che ci si prenda cura anche di coloro – aggiunge Lenzi – che, magari per certi aspetti, possono fare proposte che vengono reputate outsider”.

Il Premio Ciampi torna alla sua forma più completa ed articolata con una giornata dedicata alla musica, ma anche alla poesia, alla narrativa ed al fumetto. I premi alla carriera andranno a tre grandi nomi della storia del rock italiano: Cccp, Marlene Kuntz e Not Moving. In occasione delle celebrazioni per i 40 anni dall’uscita del primo EP Ortodossia Annarella Giudici, Giovanni Lindo Ferretti, Massimo Zamboni e Danilo Fatur saranno presenti sul palco del Teatro Goldoni di Livorno per ritirare il premio e dialogare insieme a John Vignola. I Marlene, invece, si esibiranno in versione due, con i fondatori Cristiano Godano e Riccardo Tesio.

L’edizione 2023 del Premio Ciampi segna il ritorno del Concorso nazionale e del Premio per la miglior cover di un brano ciampiano che da sempre rappresentano il momento centrale della manifestazione. In entrambi i casi la partecipazione è stata non solo numerosa, ma anche di un livello qualitativo così alto da spingere la Giuria, presieduta da Antonio Vivaldi, ad assegnare molti riconoscimenti. Per il Concorso nazionale il vincitore è Eugenio Sournia, cantautore livornese, classe 1991, autore di grande talento che dopo l’esperienza come frontman della band Siberia, è al debutto nella sua carriera da solista. Sempre per il concorso nazionale saranno assegnati riconoscimenti speciali a Porfirio Rubirosa, Dalia Buccianti, Lorenzo Lepore e Francesco Pecs. Quanto al Premio per la miglior cover tre sono i vincitori ex aequo: Giorgio Mannucci (L’amore è tutto qui), Matteo Troilo (Cosa resta) ed ancora Eugenio Sournia che con L’ultima volta che la vidi è l’unico artista, nella lunga storia del Premio, a vincere entrambe le categorie del concorso. Riconoscimento speciale anche a Marzio Del Testa per la sua versione di Andare camminare lavorare. Tutti – sottolineano dal Premio – hanno saputo cogliere questo o quell’aspetto dell’arte ciampiana riproponendoli con una sensibilità propria e magari portandoli in un ambito nuovo.

Un altro momento importante sarà rappresentato da un set fra canzone e narrazione. I protagonisti saranno i musicisti napoletani Jennà Romano (Letti Sfatti) e Patrizio Trampetti (Nuova Compagnia di Canto Popolare) e il giornalista Sandro Ruotolo. Insieme a loro Lucia Rango che, dopo moltissimi anni, ha deciso di salire nuovamente su un palco ed interpreterà con Jennà Romano Non chiedermi più, duetto con Piero Ciampi recentemente riscoperto.

Il Premio Ciampi a fumetti va a Maicol & Mirco, artista poliedrico, di grande successo e da una caustica vena sicuramente ciampiana. Ospite speciale sarà Antonio Pronostico, autore del volume a fumetti ispirato al cantautore livornese e intitolato Tu no. Il Premio Ciampi-Valigie rosse dedicato alla poesia andrà a Pierluigi Lanfranchi per la plaquette Controfigure nella sezione italiana e alla canadese Ouanessa Younsi con la raccolta Attingere agli uccelli nella sezione internazionale. Nell’ambito del Premio L’altrarte si parlerà invece del libro Elvis, the FatOld Hero, eccentrica e suggestiva raccolta di racconti firmati dal compianto musicista inglese Kevin Coyne. A ritirare il premio sarà il figlio Robert Coyne, anche lui musicista, che eseguirà alcuni brani del padre.

Si mescolano musica e letteratura nel convegno organizzato prima della serata dedicata alle premiazioni. Con Femita. Femmine rock dello stivale. Vol. 2, Laura Pescatori prosegue nella sua indagine sulla musica rock italiana al femminile. Paolo Gerbella e Maurizio Logiacco sono, insieme a Guido Festinese, gli ideatori di Schiena dritta. Per Gianmaria Testa, lavoro tra musica, racconto e fotografia. Siamo noi a far ricca la terra di Marco Rovelli è una biografia “atipica” di Claudio Lolli, uno dei maggiori cantautori italiani e vincitore di un Premio Ciampi alla carriera. Infine, 17 fili rossi + 1, presentato da Paolo Pasi, è un progetto discografico che narra le vicende legate alla strage di Piazza Fontana del dicembre 1969. Ci sarà inoltre una chiacchierata con Enrico De Angelis, storico autore di Piero Ciampi Tutta l’opera, uno dei più autorevoli esperti della canzone d’autore italiana e già responsabile artistico del Premio Tenco, che parlerà di un importante ritrovamento legato alla figura di Piero Ciampi.

Tutte le esibizioni musicali, che prenderanno avvio alle 20, saranno accompagnate dalla proiezione di immagini di Ciampi. Quest’anno la manifestazione sarà dedicata a Franco Carratori, che del Premio Ciampi è stato ideatore e instancabile animatore, con sterminate conoscenze in musica, scomparso poche settimane fa, contraddistinto – sottolineano dall’organizzazione del Premio – tra l’altro dal suo “rifiuto di qualsiasi compromesso” che ha “contribuito in modo decisivo a rendere il nostro premio quello che è oggi”.

Info

Premio Piero Ciampi | XXVI edizione
Dove | Livorno, teatro Goldoni
Quando | 16.12.23
Biglietti | goldoniteatro.it – boxofficetoscana.it – ticketone.it – biglietteria teatro Goldoni
Programma
| www.premiociampi.it
Social | Fb @PremioCiampiIg @premiociampi

***

Foto | Tutte le immagini in questa pagina sono gentilmente concesse dall’ufficio stampa del Premio Ciampi

Articolo Precedente

Vasco Rossi: “La bestia siamo noi. Omicidi, femminicidi, incitamento all’odio per l’altro…Il patriarcato!? La donna…sempre vittima”

next
Articolo Successivo

Il mio amico Frank Zappa ci lasciava trent’anni fa: la sua musica continua a regalarmi sorprese

next