Sylvester Stallone torna a parlare della tragica morte del figlio Sage avvenuta nel 2012. Nel documentario Sly, da poche ore online su Netflix, la celebre star hollywoodiana oggi 77enne ha commentato la morte del figlio 36enne avvenuta nel 2012 a causa di un disturbo alle coronarie che gli ha provocato un infarto. In una delle sequenze più cupe del documentario scorrono filmati del 14enne Sage mentre interpreta sul set Robert, il figlio di Rocky Balboa, accanto al padre nel film Rocky V (1990). Film incentrato proprio sul difficile rapporta tra padre e figlio con Sage/Robert che accusa Rocky/Sylvester di passare più tempo ad allenarsi con il pugile Tommy (Tommy Morrison) che con la sua famiglia, cioè lui e Adriana (Talia Shire).

Nel documentario viene chiesto a Stallone se le sue dinamiche familiari avevano influenzato la preparazione di quella storia e l’attore ha risposto: “Purtroppo sì”. “Ho cercato di mostrare ciò che avrei voluto fare nella vita reale, ma che non sono riuscito a fare. Spesso riproducevo questa dinamica nei film con la magia del cinema. Sfortunatamente ho messo, e si tende a mettere queste cose, prima della propria famiglia. E le ripercussioni sono state piuttosto devastanti e radicali”. Sage era figlio di Stallone e della sua prima moglie, l’attrice e fotografa Sasha Czack, e venne trovato morto nella sua casa di Los Angeles il 13 luglio 2012.

Nel 1996 Sage spiegò in un’intervista a People che nel film Rocky V quando Robert urla a Rocky di non essere mai a casa per lui non stava del tutto recitando. “Quando urlavo: ‘Non hai mai passato del tempo con me! Non hai mai passato del tempo con mia madre!’ era vero. Stavo guardando in faccia mio padre e lo dicevo davvero”. Stallone ha avuto altre tre figlie – Sophia di 27 anni, Sistine, 25, e Scarlet, 21 – avute con Jennifer Flavin sua moglie dal 1997.

Articolo Precedente

European Film Awards, Io capitano di Matteo Garrone candidato per film e regia

next
Articolo Successivo

Sharon Stone rivela: “Un dirigente Sony mi sventolò il pe*e in faccia”

next