La Disney ha da poco rilasciato il primo trailer ufficiale del suo prossimo live action “La Sirenetta“, in uscita nelle sale a maggio 2023. Il film, finito al centro di una vera e propria gogna mediatica per via dell’etnia della sua protagonista, interpretata nel film dall’attrice e cantante Halle Bailey, è sempre più vicino al suo debutto sul grande schermo.

Tralasciando polemiche, da poco saltate fuori nuovamente a causa della scelta del casting di “Peter Pan e Wendy”, crescono tuttavia i dubbi sulla qualità del nuovo prodotto che la Disney sta per mettere in scena. È dall’uscita dei primi prodotti di questo stampo che in molti si chiedono a cosa serva riprodurre “fedelmente” alcuni dei migliori film d’animazione della storia del cinema, realizzati con una qualità talmente alta da risultare fruibili e attuali ancora oggi. Seppur campioni di incassi, molti affermano che, dal punto di vista della messa in scena, finora questi film non siano riusciti neanche ad allacciare le scarpe ai loro predecessori. Questo trailer non sembra essere da meno: inquadrature copiate-incollate dagli originali, CGI pesantemente invadente e per nulla convincente, animali parlanti con un’espressività depotenziata del 90% rispetto ai loro corrispettivi in 2D.

A chi dice che non si può giudicare un libro dalla copertina, diamo ragione. Bisognerà aspettare maggio per trarre delle conclusioni. Tuttavia sarebbe bello, una volta tanto, non doversi fare il segno della croce prima di entrare in sala.

Articolo Precedente

La commozione di Jamie Lee Curtis sul palco: “Ho appena vinto un Oscar” – Video

next
Articolo Successivo

Agli Oscar 2023 vincono gli outsider e perdono i giganti: un colpo ben assestato allo star system

next