Parlare di Antonio Gramsci e parlare della storia e dell’attualità partendo da Antonio Gramsci. A Livorno, la città in cui il pensatore sardo martire del fascismo fondò il Partito comunista italiano, ne discutono Gad Lerner e lo storico Silvio Pons, docente alla Normale di Pisa e presidente della Fondazione Gramsci. L’occasione è il ritrovamento, qualche mese fa, tra le carte dell’ex dirigente comunista milanese Francesco Scotti, di quattordici fogli di carta ingiallita dal tempo, scritti ordinatamente. In calce la firma del fondatore del Partito Comunista, Gramsci, allora ventenne. I tre scritti giovanili inediti sono stati donati alla Fondazione Gramsci, che ne ha confermato l’autenticità. A darne notizia era stato proprio Lerner, sul Fatto Quotidiano. A moderare l’incontro sarà la giornalista di RaiNews24 Eva Giovannini. L’appuntamento è in programma lunedì 5 dicembre, alle 16, nella Goldonetta (il ridotto del teatro Goldoni) e sarà visibile in diretta streaming sulla pagina Facebook dell’associazione culturale “21”.

GRAMSCI, GLI INEDITI /1 – Il popolo “imbarbarito” e “l’americanizzarsi dell’Europa”

GRAMSCI, GLI INEDITI /2 – Il Leopardi di Gramsci: la verità contro le “magagne” del potere

GRAMSCI, GLI INEDITI /3 – Le false verità e la lotta al “viscidume che avvolge tutto”

Articolo Successivo

Sulmona Experience 360°, torna l’antica Giostra Cavalleresca: così la tradizione medievale rivive grazie alla realtà virtuale immersiva

next