Un pollo ‘molto speziato’? No, qualcosa di molto più disgustoso, ma soprattutto pericoloso. Siamo negli Stati Uniti. Qui è diventato virale il video del “pollo cucinato con lo sciroppo”. Nella fattispecie l’utente in questione friggeva due petti di pollo con lo sciroppo, rigirandoli di tanto in tanto come si fa con l’olio. E invece era uno sciroppo per tosse, raffreddore, dolori e sintomi influenzali. Il farmaco utilizzato è il NyQuil, contenente acetaminofene, destrometorfano HBr, doxilamina succinato e pseudoephedrine. Per questo la stessa FDA (Food and Drug Administration) ha deciso di intervenire, dopo che il filmato – pubblicato per la prima volta un anno fa – era diventato virale su TikTok in questi giorni (ormai è stato eliminato).

Come riportato dal New York Post, l’autorità sanitaria ha lanciato l’allarme: “La sfida sembra sciocca e poco appetitosa, e lo è. Ma potrebbe anche essere molto pericolosa. Far bollire un farmaco può renderlo molto più concentrato e modificarne le proprietà in altri modi“. La FDA ha affermato che anche se le persone non mangiano il pollo, cucinarlo con il medicinale potrebbe far inalare livelli elevati di vapori del farmaco, con il rischio di “ferire i polmoni. In parole povere: “qualcuno potrebbe assumere una quantità pericolosamente alta di medicinali per la tosse e il raffreddore senza nemmeno rendersene conto”, ha affermato la FDA. “Il sovradosaggio di NyQuil può causare sintomi come convulsioni, forti capogiri, problemi al fegato e problemi respiratori, solo per citarne alcuni e può essere potenzialmente fatale”, scrive la testata americana.

non è la prima volta che una clip del genere comincia a girare sui social, magari lanciando una nuova moda, una nuova challenge. Lo scopo? Far parlare di sé. Alzare l’asticella per vedere aumentare visualizzazioni e like. Come accaduto di recente in Cina, dove un influencer ha deciso di mangiare una vespa viva e pubblicare tutto sui social, per poi finire in ospedale. Al momento non risultano suoi imitatori, ma contenuti di questo tipo non sono di certo educativi e mostrano solo il lato peggiore del web che, fortunatamente, è anche altro. Tanto altro.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Clienti se ne vanno senza pagare il conto, tocca alla cameriera: polemiche sul ristorante

next
Articolo Successivo

Vincono più di un miliardo di euro alla lotteria, dopo due mesi si presentano in due per ritirare il premio

next