“30 dì conta novembre, con april, giugno e settembre. Di 28 ce n’è uno, tutti gli altri son 31″. Alzi la mano chi non ha imparato in questo modo il numero dei giorni che compone ciascuno dei mesi dell’anno. Un metodo divertente e veloce, che la mia maestra usava spessissimo anche, ad esempio, con le province delle diverse regioni d’Italia. È da quando sedevo nei banchi della scuola elementare che ricordo ancora tutte in fila Torino, Alessandria, Asti, Cuneo, Novara e Vercelli (sì, lo so, mancano alcune delle province attuali, ma quando avevo i pantaloni corti le province piemontesi erano queste qui). Sviluppare la capacità di memoria dei bambini e dei ragazzi insegnando loro piccoli trucchi per studiare più semplicemente: ho sempre trovato geniale questa cosa e ho sempre cercato di trasmetterla a Marco e a Giovanni.

Trovare dei motivetti, delle associazioni di parole che ti permettano di ricordare e non confondere, ad esempio che i meridiani definiscono la longitudine (Melo) e i paralleli la latitudine (Pala). Se si riesce poi a farlo trovando il linguaggio e il medium più vicino al destinatario (in questo caso bambini e ragazzi in età scolare), allora a mio parere si è fatto centro.

Mi diverte molto, e trovo piuttosto intelligente ammetto, un’idea venuta a Boing (canale 40 del Dtt), che sulla sua app ha lanciato Ripassongs, una nuova produzione originale con protagonista Lorenzo Baglioni disponibile dal 19 settembre in cui, tramite cinque videoclip musicali al ritmo di reggaeton, trap, dance, pop e rap, si punta a creare dei tormentoni musicali per veicolare concetti di matematica, inglese, geografia, educazione civica e italiano.

Si comincerà con i capoluoghi di regione (come vedete tutto si trasforma, nulla si distrugge) per poi continuare con le frazioni, la punteggiatura, il simple present e la costituzione italiana. E chissà che, grazie a un tormentone azzeccato, si riesca a crescere un’intera generazione di persone che sapranno usare correttamente virgola, due punti e punto e virgola.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

“Cultura: nuovi assunti e più giovani, competenze su bitcoin e Nft e lo studio vero di Pompei”: le priorità del nuovo ministro secondo i “maestri” del settore

next