“Se entro un tempo plausibile non ci sarà un incontro tra i sindacati e l’ad di Stellantis (Carlos Tavares ndr.) lancio un appello alle altre organizzazioni sindacali perché siamo noi ad organizzare i lavoratori e i delegati degli stabilimenti per andare a Parigi ad incontrarlo. Vogliamo il confronto, prima di arrivare allo scontro vogliano il confronto”, sono le parole del leader della Fiom, Michele De Palma, a margine della festa del sindacato torinese riferite alla situazione di Stellantis.

“È importante che le istituzioni abbiano chiamato ad un dialogo l’ad di Stellantis, c’è solo un piccolo problema che nell’incontro non sia prevista la presenza delle organizzazioni sindacali e i rappresentanti”, ha aggiunto De Palma facendo riferimento all’incontro del sindaco di Torino, Stefano Lo Russo, e del presidente del Piemonte, Alberto Cirio fissato per il prossimo 20 settembre.

“Se l’ad continua ad ignorare che in Italia esistono delle organizzazioni sindacali, lanceremo una campagna di assemblee nel corso delle prossime settimane per ragionare con i lavoratori sul fatto che se non c’è un dialogo proviamo ad andare a prendercelo. Andare a Parigi non è una provocazione, è la ricerca di un dialogo”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Smart working, una rivoluzione prevista anche dalla Costituzione

next
Articolo Successivo

Caro bollette, si ferma Acciaierie di Sicilia: stop di due settimane per i costi. I sindacati: “Preoccupati, rischio dramma occupazionale”

next