“Spero e penso che domani (oggi, ndr) ci sarà un chiarimento e un passo in avanti tra il presidente del Consiglio e Giuseppe Conte. Questa è una maggioranza difficile per tutti. Diciamo la verità: stiamo insieme in questo governo in modo un po’ innaturale. Penso alle nefandezze che ha detto la Lega sullo Ius Scholae, questa fatica dello stare insieme è una fatica per tutti”. Sono le parole del segretario del Pd, Enrico Letta, ospite di “In Onda” (La7).

E aggiunge: “Io penso che il nostro Paese abbia bisogno di stabilità e che ci sia un governo in grado di affrontare la più grande delle sfide che è l’inflazione e, in autunno, aumentare i salari attraverso la riduzione del cuneo fiscale e delle tasse sul lavoro. Questo complesso di interventi in un momento di grande sofferenza sociale ha bisogno di un governo forte e solido“.

Riguardo all’ipotesi secondo cui Giuseppe Conte possa uscire dal governo per guidare una forza politica a sinistra del Pd, Letta commenta: “Non so se questa sia una suggestione vera. Io ho interpretato il ruolo di segretario del Pd in una logica non di isolamento. Il mio obiettivo non è quello di distruggere gli alleati potenziali, ma di lavorare insieme a loro. Il mio obiettivo è Verona, siamo riusciti a tenere insieme tutti“.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Cambiamenti climatici, lite Battaglia – Rossi Albertini a La7. “Colpa dell’uomo e di emissioni CO2? Grossa bugia”. “Ci sono dati certi”

next
Articolo Successivo

Covid, Crisanti a La7: “Governo ha sbagliato completamente comunicazione su protezione dei fragili con mascherine e quarta dose”

next