Risalivano al 2019 ed erano già state pagate. Le dodicimila multe notificate per errore qualche settimana fa a Milano hanno spinto alcuni cittadini a effetturare un nuovo bonifico. Tuttavia altri, di fronte ai solleciti di pagamento (con tanto di messa in mora), hanno preso d’assalto i social network per chiedere spiegazioni.

“Ci sembrava un po’ strano non averle pagate – spiega un malcapitato su Facebook – e infatti, controllando nelle vecchie scartoffie, abbiamo trovato tutti i pagamenti effettuati con il sistema CBill sul c/c bancario oppure pagamenti effettuati in tabaccheria con l’apposito servizio. Probabilmente hanno un problema di collegamento tra i pagamenti e le multe. Qualcuno ha avuto lo stesso problema? Come avete risolto? Grazie per le indicazioni”. Il Comune si è scusato con una nota pubblica garantendo comunicazioni di rettifica o annullamento ai destinatari del bonario. A fronte delle numerose contestazioni, l’amministrazione ha effettuato tutti i controlli del caso scovando un guasto nel sistema informatico: “Un malfunzionamento del sistema informatico ha comportato l’emissione dei solleciti per multe del 2019 già pagate dagli interessati”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Covid, i dati: 56.836 nuovi casi e 40 vittime, il tasso di positività scende al 21,8%. Si ferma la crescita dei ricoveri nelle terapie intensive

next
Articolo Successivo

L’arcivescovo di Milano prega per la pioggia: “Il nostro stile di vita non fa caso allo sperpero di risorse naturali”

next