È “un momento storico per l’Europa e per la Finlandia. La richiesta di adesione alla Nato è una chiara risposta all’invasione russa dell’Ucraina e alla minaccia che rappresenta per la pace in Europa, per la nostra sicurezza collettiva. L’Italia appoggia con convinzione la decisione della Finlandia, così come quella della Svezia”. Lo ha detto il premier Mario Draghi in conferenza stampa con la premier della Finlandia Sanna Marin.

“Sappiamo bene che il percorso di integrazione europea, che Italia e Finlandia sostengono, non è completo. La guerra in Ucraina ci mette davanti a sfide strategiche enormi, che non possiamo affrontare da soli, con i singoli bilanci nazionali”, ha aggiunto Draghi, sottolineando che “dobbiamo adottare strumenti aggiuntivi per contenere l’impatto dei costi dell’energia e investire nella
transizione energetica e nella ricostruzione dell’Ucraina”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Governo, Conte: “Violati patti e regole, spetta a Draghi tenere in piedi la maggioranza. Fratelli d’Italia? Opposizione sulla carta, è anomala”

next
Articolo Successivo

Report, dopo il servizio su Cingolani stupisce che nessuno ne chieda le dimissioni

next