La Salernitana ha pareggiato 1-1 con l’Empoli nell’anticipo della 37esima giornata di Serie A. Un risultato che condanna matematicamente il Venezia alla retrocessione in Serie B, a poche ore dalla sfida contro la Roma allo stadio Olimpico e dopo un solo anno in massima serie. Se anche la formazione veneta vincesse le ultime due partite, infatti, con i suoi 25 punti, contro i 31 punti della Salernitana che è quart’ultima, potrebbe nel migliore dei casi affiancare i campani, ma avendo gli scontri diretti a sfavore retrocederebbe comunque.

La squadra di Nicola ha sfiorato la vittoria in Toscana, mancata per un calcio di rigore fallito da Perotti nei minuti finali chiudendo così la sfida del Castellani sull’1-1: l’occasione per la Salernitana è arrivata all’84′, quando l’arbitro Massa – richiamato dal Var – ha assegnato il rigore calciato dal trequartista argentino e parato da Vicario. In attesa delle partite di Cagliari e Genoa, per i campani saranno decisivi gli ultimi 90 minuti contro l’Udinese. La Salernitana è salita momentaneamente a +2 sulla zona retrocessione a 31 punti, ma ora Cagliari (29) e Genoa (28) hanno la possibilità di cambiare l’ordine in fondo alla classifica in caso di vittoria contro Inter e Napoli.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ti ricordi… Ako Trifunovic, l’Ascoli dei sogni e quello scherzo di Rozzi a Tonino Carino

next
Articolo Successivo

Juventus, i tifosi fischiano Andrea Agnelli nella serata degli addii di Chiellini e Dybala

next