Il leader ceceno Ramzan Kadyrov ha ricevuto un piano per assassinare il presidente ucraino Zelensky il 3 febbraio durante un incontro con il presidente russo Vladimir Putin. Lo ha detto il segretario del Consiglio nazionale di Sicurezza e difesa ucraino Oleksiy Danilov, parlando ad una radio ucraina, secondo quanto riporta l’agenzia Ukrinform. Secondo Danilov, il piano per eliminare il presidente ucraino era stato concordato in quella riunione e Kadyrov si era impegnato perché la propria unità cecena completasse la missione. L’intelligence di Kiev sta verificando. “Abbiamo monitorato tutti e tre i gruppi. Uno di loro è stato eliminato dai nostri militari. Due in seguito hanno lasciato il nostro paese. Uno ora si trova nella regione di Donetsk, l’altro nella città di Mariupol, ma non sono in prima linea”, ha precisato Danilov.

Danilov ha anche puntualizzato di non sapere dove si trovi al momento Kadyrov. “Posso dire con certezza che non è mai stato qui. Tutte queste foto di scena secondo cui sarebbe stato in zona di guerra sono una totale sciocchezza”, ha detto. Non è la prima volta che trapelano notizie su questo argomento. Il mese scorso sempre Danilov aveva parlato di un commando ceceno, poi intercettato e bloccato, incaricato di uccidere il leader di Kiev. Una volta superato il confine ucraino, l’unità era stata divisa in due gruppi. Uno dei due era stato attaccato dalle forze di Kiev a Hostomel. Lo stesso Zelensky aveva detto, all’inizio dell’offensiva, di essere “l’obiettivo numero uno“.

Articolo Precedente

Ucraina, la ‘strategia della distrazione’ Usa: il conflitto per nascondere i veri problemi

next
Articolo Successivo

Guerra Russia-Ucraina, il combattente: “A Mykolaiv i soldati di Mosca vogliono una seconda Mariupol”

next