Continua l’azione delle Fiamme gialle di sequestro di beni riferibili a oligarchi russi vicini al presidente Vladimir Putin. La Guardia di finanza ha congelato un complesso immobiliare a Portisco, nel comune di Olbia, in Sardegna, del valore di 105 milioni. Il provvedimento, eseguito dal Nucleo di polizia Valutaria della Gdf, è stato emesso dal Comitato Sicurezza Finanziaria nei confronti di Alexey Alexandrovits Mordaschov, inserito nella black list dell’Unione europea. Si tratta di una villa di proprietà dell’imprenditore da diversi anni.

C’è anche il nome del magnate russo German Khan in quella lista. Tra i suoi beni ci sarebbe anche Villa Cacciarella nel comune di Porto Ercole (Grosseto), detta anche villa Feltrinelli. L’immobile sarebbe intestato a una società, sulla quale adesso sarebbero in corso accertamenti per valutare se, come si sospetta, possa essere riconducibile all’oligarca. Il nome di Khan è stato inserito nella lista nera della Ue il 15 marzo scorso. L’uomo, come riportato nella Gazzetta ufficiale dell’Unione Europea, “è considerato uno delle persone più influenti della Russia”, e in “stretta relazione” con Vladimir Putin.

L’oligarca, si legge sempre nel documento della Ue, è azionista di maggioranza di Alfa Group, gruppo che attraverso Alfa Bank avrebbe finanziato tra l’altro un progetto di beneficienza gestito da una delle figlie di Putin. Prima di diventare proprietà della società dietro alla quale le fiamme gialle sospettano possa esserci German Khan, villa Cacciarella era stata di proprietà dell’imprenditore Stefano Ricucci, che la usò nel 2005 come location per le sue nozze con Anna Falchi. I beni congelati sul territorio italiano superano il valore di 800 milioni di euro. Uno degli interventi più importanti è stato il congelamento del ‘Sailing yacht A’, imbarcazione del valore di 530 milioni di euro, riconducibile all’oligarca russo Andrey Igorevich Melnichenko.

Intanto rimane il giallo del mega yacht Scheherazade, lungo 140 metri, valore stimato in 700 milioni di dollari (nella foto), visibile dal porto di Marina di Carrara (Massa Carrara), che da giorni desta la curiosità di turisti, cittadini e anche del New York Times; quest’ultimo ha ipotizzato da subito che possa trattarsi di uno dei gioielli del presidente russo.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Alzano, la mancata zona rossa, il disastro di Bergamo: la serata “per la ricerca della verità” organizzata dai familiari delle vittime Covid

next
Articolo Successivo

Covid, 76.250 i nuovi contagi e i decessi 165. Tasso di positività al 15,5%

next