FQChart è la media aritmetica settimanale dei sondaggi sulle intenzioni di voto degli italiani in esclusiva per Il Fatto Quotidiano. Concorrono alla media tutti i sondaggi pubblicati dai maggiori istituti demoscopici nella settimana appena conclusa.

Settimana dal 7/3 al 13/3/2022

La lotta al vertice tra il Partito Democratico e i Fratelli d’Italia si fa sempre più serrata. Il dato medio totalizzato questa settimana (21,4% a favore dei dem contro il 20,5% del partito guidato da Giorgia Meloni) va letto tenendo presenti le rilevazioni che concorrono a ottenere il risultato per la scorsa settimana. E infatti, nei cinque sondaggi analizzati, è FdI a essere in vantaggio sul Pd, per ben tre volte (Swg, Tecnè e Noto). Quest’ultimo riesce a mantenere la prima posizione solo grazie al sondaggio Ixè che, come accadde un mese fa, assegna al Pd un vantaggio di quasi sei punti percentuali sul rivale. Abbastanza da tenersi in vetta alla chart anche per questa settimana.

Intanto calano ancora la Lega (16,9%) e il M5s (13,3%) che raccolgono percentuali di consenso mai così basse da anni. Rimane stabile all’8,6% Forza Italia (che Tecnè vede vicina all’11%), mentre salgono Azione&+Europa al 4,8% (+0,6).

Livellamento verso il basso anche per SI+Art1 (3,7% -0,1), Italia Viva (2,5% -0,2) e i Verdi (2,3% -0,1). Sale invece di uno 0,7% e fino al 6% la quota di chi voterebbe per altri partiti minori.

(Fonte: Swg, Tecnè, Demos, Noto, Ixè)

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Beni comuni, manca una legge per disciplinarli: per questo sfrutterei il ddl Concorrenza

next
Articolo Successivo

Le ragioni della guerra di Putin sono due, la seconda è Zelensky

next