Il governo austriaco ha sospeso la legge sull’obbligo vaccinale contro il Covid. Ad annunciarlo è stata la ministra della Cancelleria federale dell’Austria per l’Ue, Karoline Edtstadler, in conferenza stampa: la ministra ha dichiarato che la decisione è in linea con i consigli direttivi della commissione di esperti. La decisione arriva a seguito di un progressivo allentamento delle misure anti-contagio, che il governo austriaco ha promosso a partire dall’inizio del nuovo anno.

Già a metà febbraio, infatti, l’Austria aveva annunciato, d’accordo con il comitato scientifico, una serie di allentamenti delle misure anti-Covid a partire dal 5 marzo: l’obbligatorietà della certificazione del Green Pass era stata sospesa all’interno dei negozi, mentre rimaneva all’interno di “contesti vulnerabili”, quali ospedali o case di riposo. L’obbligo di indossare la mascherina era invece rimasto valido soltanto per i supermercati, per le farmacie e per i mezzi di trasporto pubblico, oltre che per i “contesti vulnerabili”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Mi sembra che i Paesi occidentali attendano che Putin compia l’inaccettabile per intervenire

next