Arisa mostra i suoi sex toys su Instagram. Il pezzo potrebbe finire qui. La cantante ha passato in rassegna tutti i suoi giochi erotici e poi, rispondendo a chi ha trovato questo atteggiamento esagerato, ha scritto: “Comunque ragazzi io sbaglio sempre a parlare, a essere sincera con voi. È una cosa divertente, la voglio condividere e subito ci sono persone che mi scrivono ‘Se hai bisogno…‘, ‘Se vuoi vengo a casa tua‘, eccetera. Ma non potete essere un pochino più carini?”. Arisa ha spiegato quindi che i sex toys non servono solo per “compensare” ma anzi, per godere del piacere con se stessi. Ora, la cantante ha fatto tante cose belle sui social, soprattutto sulla body positivity. Questo fatto dei sex toys, invece, sta un po’ sfuggendo di mano alle star nostrane. Prima Marcuzzi, ora lei. Ma davvero è qualcosa che va ancora sdognato? Davvero utenti che fanno affermazioni del genere vanno presi in considerazione? Se dobbiamo ripartire dal fatto inoppugnabile che avere uno o più sex toys nel comodino (o dove vi pare) è normale e non serve per “colmare una mancanza” ma per godere della propria sessualità, la strada non è lunga, è infinita.

Articolo Successivo

Il presentatore tv Vladimir Solovyov preoccupato per le sue mega ville a Como: “Le ho pagate, ho fatto tutto”

next