Via libera dalla Commissione tecnico scientifica dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) alla quarta dose del vaccino anti-Covid per i soggetti gravemente immunodepressi. La Cts ha espresso parere favorevole inviato al ministero della Salute. Tecnicamente non si tratta di una ulteriore dose bensì – per gli immunodepressi – della dose booster a conclusione del ciclo primario vaccinale composto da 2 dosi e 1 dose aggiuntiva. Verrà somministrata con vaccini a mRna. I tempi della somministrazione sono i medesimi della dose booster per la popolazione generale.

Uno studio israeliano sulla quarta dose dei vaccini a mRna ha confermato in queste ore l’alta efficacia contro la malattia grave. La capacità del secondo booster di prevenire l’infezione invece è del 30% per il vaccino Pfizer-BioNTech e dell’11% per Moderna. Un po’ più alto il livello di protezione verso la malattia sintomatica (43% e 31%).

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sanitari morti per Covid, il governo approva un fondo da 15 milioni per l’indennizzo alle famiglie. Speranza: “Riconoscimento dovuto”

next
Articolo Successivo

Papa Francesco sceglie un prete di Torino come arcivescovo della città. “Opera della fantasia e dell’estro dello Spirito santo”

next