Circa 300 lavoratori del mondo dell’edilizia, imprenditori, operai e tecnici, hanno manifestato a piazza della Repubblica a Roma per protestare contro il blocco della cessione dei crediti dei bonus edilizi. Il presidio è stato promosso dal comitato di imprese ‘Class Action Nazionale dell’Edilizia‘. In particolare viene contestato l’art. 28 del decreto sostegni-ter che, bloccando la multicessione nel tentativo di contrastare le frodi, “mette a rischio migliaia di imprese che non potranno pagare gli operai e i fornitori e saranno costrette a bloccare i cantieri”. “Ho circa 500mila euro di crediti da incassare – ha raccontato un imprenditorie siciliano sceso in piazza – Il prossimo mese non potremo pagare i nostri dipendenti. Condanniamo con forza le truffe, ma per colpire alcuni imprenditori disonesti stanno il colpendo il 99% delle imprese oneste

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Tlc, offerta del gruppo francese Iliad per l’acquisizione del 100% di Vodafone Italia

next
Articolo Successivo

Idroelettrico, rivolta contro il decreto del governo per la messa a gara le concessioni. “Rischio colonizzazione”, “Manca reciprocità”

next