Yuman è entrato di diritto tra i Big del Festival di Sanremo dopo la vittoria nella sezione Nuove Proposte con “Mille Notti”. Il cantautore romano, di padre capoverdiano, è in gara con “Ora e qui”. Il nome d’arte Yuman è l’incontro tra il vero nome Yuri e la parola inglese ‘human’. Per la serata delle cover del 4 febbraio, il cantante proporrà “My Way” di Frank Sinatra, rivisitandola con la pianista jazz Rita Marcotulli. “Mille Notti” è stato il primo brano in italiano di Yuman, che ha alle spalle una carriera in inglese, che l’ha portato ad essere uno dei pochi artisti italiani scelti dal prestigioso Festival “South By Southwest” (SXSW), che si svolge ogni anno a Austin, in Texas.

Non ancora maggiorenne Yuman inizia a scrivere i primi suoi brani e si sposta, nel 2015, a Londra e Berlino, per continuare il suo percorso artistico e umano, immerso nei tessuti stimolanti delle due città, fatti di musica, arte e storia. Nel 2016 torna a Roma ed entra in contatto con la Leave Music mentre Francesco Cataldo diventa il suo produttore artistico. Nascono così nuovi brani e nel 2017 firma per la Universal Music. Il 9 novembre 2018 esce “Twelve”, il primo singolo, mixato da Chris Lord Alge (Green Day, Muse, Joe Cocker). A marzo 2019 esce il secondo singolo “Run”, inserito nella DSCVR New Music Italia di Vevo, la playlist dedicata ai nuovi artisti da tenere d’occhio. Con “Run” Yuman arriva fino in Germania e parte un tour estivo. Viene ospitato dal Die Pierre M. Krause Show del network nazionale SWR3″. Mtv lo proclama “Artista del mese” e YouTube lo inserisce tra 10 artisti più promettenti del 2019. A settembre esce il disco d’esordio “Naked Thoughts”.

Articolo Precedente

I Maneskin spaccano, inutile negarlo, ma il sistema non c’entra nulla con la musica

next
Articolo Successivo

Sanremo 2022, Aka7even: “Non mi amavo a tal punto di non stare bene, così ne sono uscito”

next