“La piazza no vax di Torino che ha invocato un nuovo comitato di liberazione? Imbarazzante. La cosa più bella di quella piazza è che era praticamente vuota e che mancavano sia Freccero che Cacciari“. Così Andrea Scanzi, conduttore del talk politico ‘Accordi&Disaccordi’, insieme a Luca Sommi, con la partecipazione di Marco Travaglio, in onda su Nove, ha commentato le parole dell’organizzatore, il giurista Ugo Mattei che sabato scorso ha lanciato il nuovo “comitato di liberazione nazionale” paragonando il governo Draghi al fascismo. “Se ci hai fatto caso, quando lui rivendica questo parallelismo, Draghi come il primo Mussolini, dicendo sono uguali e si può fare il paragone, addirittura il pubblico dice: “E’ peggio, è peggio”. – ha detto il giornalista – Cioè, loro sono convinti nella loro testa che Draghi sia più cattivo del primo Mussolini, che non era minimamente benevolo, come qualche fascista sostiene e questo ci fa capire la conoscenza storica, culturale, ideologica e morale che hanno certi no-vax, secondo me, la stragrande maggioranza. Poi, se arrivi addirittura ad andare ad ascoltare uno come Ugo Mattei, secondo me qualche gap neuronale rischi di averlo – ha proseguito – E attenzione, si parla di una persona che è anche intelligente, quando vuole. Mattei ha fatto delle battaglie in passato anche assolutamente legittime, è un fine costituzionalista, è uno che collaborava con Rodotà, non è assolutamente uno stupido. Nella vicenda, però, dice delle castronerie totali, non c’entra niente Draghi con il primo Mussolini, si dovrebbe vergognare a fare questi parallelismi. Quando parla del “Cln”, del Comitato di liberazione nazionale, è imbarazzante perché quella fu una cosa seria, perché ci permise di liberarci dal nazifascismo. Quindi trasecolo. L’altra cosa positiva che mi viene in mente ripensando a quella piazza è che finalmente io non vedo più accanto a Ugo Mattei figure come Carlo Freccero e Massimo Cacciari. Soprattutto nel caso di Cacciari voglio sperare da qualche sua recente intervista che stia un po’ smaltendo la sbronza no-pass perché da Mattei tutto sommato qualche “sciocchezza” me l’aspetto, quando le dice Cacciari mi dispiace di più”, ha concluso Scanzi.

‘Accordi&Disaccordi’ è prodotto da Loft Produzioni per Discovery Italia e sarà disponibile in live streaming e successivamente on demand sul nuovo servizio streaming discovery+ nonché su sito, app e smart tv di TvLoft. Nove è visibile al canale 9 del Digitale Terrestre, su Sky Canale 149 e Tivùsat Canale 9.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Travaglio ad Accordi&Disaccordi (Nove): “Berlusconi al Quirinale? No, è un pregiudicato. Non potrebbe fare nemmeno un concorso pubblico”

next
Articolo Successivo

Crisanti ad Accordi&Disaccordi (Nove): “Alla fine dell’ondata Omicron in un modo o nell’altro tutti faremo i conti con il Covid”

next