“Il super green pass? È certamente utile, perché spinge le persone a vaccinarsi e perché elimina la farsa dei tamponi rapidi, che hanno una scarsissima attendibilità”. Sono le parole del microbiologo e virologo dell’Università di Padova, Andrea Crisanti, ospite di Lilli Gruber a Otto e mezzo, su La7, in merito all’introduzione del certificato verde rafforzato. Crisanti ha risposto alla domanda che riguarda la previsione, più o meno attendibile, di un ritorno alla normalità e di una fine dell’epidemia: “Finché non portiamo i vaccini nei Paesi poveri – ha detto – non ne usciamo”. Per quanto concerne la situazione italiana, il professore ha citato le scuole italiane, che costituirebbero, ancora, “un problema insoluto, perché ci sono densità di studenti, per aula, molto differenti; istituti nati centinaia di anni fa e istituti costruiti due anni fa; e ancora alunni che vanno a lezione coi mezzi pubblici. Nessuno ha mai fatto un’analisi dei rischi delle scuole. Se si fosse fatta, sarebbe stato possibile stabilire misure di controllo”.

Video La7

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

A Napoli l’esordio del green pass su bus e metro tra disagi e dubbi. E i ristoratori: “Ci sentiamo più sicuri, ma rischiamo di perdere clienti”

next
Articolo Successivo

Conte a La7: “Ecco perché non mi candido alle suppletive. Dopo nuova riflessione non ho sciolto la riserva, dubbi confermati”

next