Appena concluso il G20. In questi giorni è emersa con plastica visibilità la forza di Draghi e il prestigio che tale figura ha ridonato all’Italia. Una credibilità politica e istituzionale utile a tutto il Paese. I leader politici mondiali guadano ora all’Italia come punto di riferimento strategico anche sulla gestione della pandemia e sul piano di vaccinazione. Ma facciamo un piccolo passo indietro.

Solo qualche mese fa la Ditta del Pd, i disciolti 5Stelle e il sistema di disinformazione collegato osannavano l’incompetenza di Conte e Casalino. Il vecchio ritornello lo conosciamo: “O Conte o voto”, “Creare una crisi di Governo durante la pandemia è da irresponsabili”. Ne abbiamo sentite di tutti i colori. Unico bersaglio comune: Matteo Renzi. Colpa di Matteo Renzi? Dire e fare quello che gli altri non hanno coraggio di esternare. Motivo? L’amore per la poltrona e la fortissima paura di perderla.

Fateci caso, però. Tutti quelli che criticano perennemente Renzi hanno usufruito e continuano a beneficiare delle intuizioni e azioni del leader di Italia Viva. Il Pd senza la mossa del cavallo di Renzi non sarebbe ritornato al governo dopo la sonora sconfitta alle ultime politiche. I Grillini senza le strategie di Renzi ora sarebbero al campo di calcetto a vendere bibite. E guarda il caso, sono sempre e solo loro che da anni continuano a denigrare in tutti i modi Renzi. Tutti lo criticano ma al Governo ci rimangono insieme. Un’ossessione continua. Il tutto con la solita complicità di certe trasmissioni tv e stampa che continuano da anni non a dare notizie ma pettegolezzi, insinuazioni, falsità e fango.

E di queste pian piano arrivano le sentenze di condanna per le diffamazioni subite negli anni. Ed è incredibile constatare la puntualità di certi attacchi ad personam. Si utilizza ogni modo per cercare di contrastare le idee e le scelte di Italia Viva. Lo schema di certi canali di disinformazione è ormai ben riconoscibile. Sondaggi fasulli che non rispecchiano mai la realtà. Programmi tv basati sul nulla ma che cercano solo di denigrare e instillare odio e rancore. Insomma, una vergogna senza fine. Ci vuole tanta forza, pazienza e coraggio per continuare a fare politica con un clima del genere. Non si discute mai nel merito delle idee e delle proposte di Italia Viva. Si combatte una lotta contro le persone. E sono sempre loro: la ditta del PD e i loro amici. Vogliono i voti, non vogliono le idee.

Da anni ogni occasione è buona per indicare il capro espiatorio all’opinione pubblica. C’è un problema da affrontare e politicamente non si può risolvere? Semplice, basta dire che è colpa di Renzi. L’ultimo esempio di scuola è la bocciatura del ddl Zan. I numeri hanno dimostrato che i franchi tiratori erano all’interno del Pd e dei 5Stelle ma niente. Colpa di Renzi. E via con il solito filone di servizi sull’Arabia e via dicendo. Poi se il leader dell’Arabia partecipa al G20, come è giusto che sia, poca importa. La notizia è che il cattivo Renzi va in Arabia. Ma anche basta. I problemi dei cittadini sono altri. Quello che certi finti giornalisti non capiscono è proprio questo. Possono usare il loro potere per cercare di distruggere l’immagine di Renzi ma non potranno mai cambiare la realtà delle cose. La forza delle idee e delle scelte coraggiose e lungimiranti non potrà mai essere contrastata dal fango.

E l’esempio del Governo Draghi è l’emblema di tutto questo. Un Letta, ormai ribattezzato bla bla bla, che è riuscito solo a farsi eleggere alla Camera. Un Pd completamente inesistente. Un Movimento 5Stelle ormai sciolto di fatto. E mentre la ditta e i grillini pensano tutti i giorno a denigrare Renzi il buon Draghi tira dritto e governa senza paura.

La battaglia finale per il Presidente della Repubblica è alle porte. E mentre gli attacchi di ogni genere contro Renzi aumentano in vista dell’elezione del Presidente della Repubblica ben presto molti dei detrattori si accorgeranno di non aver capito ancora una volta nulla di quello che politicamente sta accadendo. La loro sfortuna sarà sempre la stessa: i like e i sondaggi falsi non potranno eleggere il Presidente della Repubblica.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Tajani difende lo stop alle manifestazioni di Trieste, un No Vax lo minaccia: “Vi vedo bene appesi a testa in giù, fascisti”. Solidarietà da Fi

next
Articolo Successivo

Siri: “Il nuovo nome di facebook ha una radice ebraica che vuol dire morte. E Zuckerberg è ebreo”. Fiano: “Post grave, vero Salvini?”

next