Il premier Mario Draghi si è recato nella sede nazionale della Cgil, in corso d’Italia a Roma, per portare la solidarietà del governo al sindacato dopo l’assalto di sabato da parte di neofascisti e no green pass. Ad attenderlo di fronte all’entrata il segretario Maurizio Landini: i due si sono salutati con un abbraccio e pacche sulle spalle, accompagnati da un lungo applauso da parte degli iscritti che facevano ala. L’incontro, iniziato poco dopo l’orario previsto delle 12.15, è durato circa mezz’ora: all’uscita il presidente del Consiglio si è fermato a stringere mani ai dipendenti del sindacato e si è fatto fotografare insieme a Landini

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Assalto a sede Cgil, Fiano: “Pd presenta mozione per sciogliere Forza Nuova, favorevoli LeU, M5s, Iv e anche alcuni di Forza Italia. Mi aspetto unità”

next
Articolo Successivo

Assalto alla Cgil, mozione per sciogliere Forza Nuova e manifestazione antifascista: ci stanno tutti tranne il centrodestra

next