Non si arresta l’impennata di decessi in Russia provocati dal Covid. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 936 decessi causati dal coronavirus, il numero massimo in un solo giorno dall’inizio dell’epidemia come riporta l’agenzia Tass citando il centro operativo nazionale. Nel corso dell’ultima giornata si sono registrati 27.246 nuovi casi di positività. Una situazione epidemiologica quella del paese guidato da Vladimir Putin condiviso da altri paesi con percentuali di vaccinazione molto bassi. E a fronte del dilagare della variante Delta, che è tre volte più trasmissibile, la situazione sembra peggiorare di settimana in settimana.

Un paradosso per Mosca che nell’agosto del 2020, proprio per bocca di Putin, aveva presentato al mondo il primo vaccinato approvato al mondo: lo Sputnik V che non ha mai ricevuto l’approvazione dell’Agenzia europea del farmaco. Il composto, a doppio vettore virale, è stato venduto in diversi paesi del mondo, ma per esempio bocciato dall’agenzia regolatoria brasiliana. Per settimane anche diversi paesi europei hanno pensato si acquistarlo o aiutare a produrlo ma poi i vari progetti sono tramontati. I russi hanno dimostrato una fortissima diffidenza contro il vaccino a cui anche il presidente si è sottoposto molto in ritardo rispetto agli altri leader europei.

Intanto Mosca ritiene che a breve si arriverà al riconoscimento reciproco dei certificati vaccinali tra Ue e Russia. “Sappiamo che ci sono dei contatti in corso. Ci sono state reciproche incomprensioni, probabilmente collegate alla tecnologia informatica dell’uno e dell’altro, ma al momento penso che ci siano molte ragioni per essere ottimisti. Il lavoro procede in modo costruttivo, dunque speriamo che i risultati arrivino presto” ha detto il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov. Che ha sottolineato che “il riconoscimento reciproco della vaccinazione sia estremamente importante e deve essere formalizzato: bisogna rimuovere la barriere non necessarie e gli ostacoli al movimento delle persone”. Il problema del riconoscimento della vaccinazione deriva dal fatto il vaccino russo contro il Covid non è stato approvato.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Delitto dell’Olgiata, torna libero dopo 10 anni l’assassino di Alberica Filo della Torre. Il figlio della contessa: “Lacune del sistema italiano”

next