Salario minimo? È ovvio che senza un pilastro sociale di protezione dei lavoratori si potrebbero avere ripercussioni a livello europeo. Io personalmente credo che il salario minimo sia una scelta saggia anche per evitare un dumping sociale che anche in Europa è abbastanza consistente“. Sono le parole pronunciate ai microfoni di “24 Mattino”, su Radio24, da Enzo Amendola, sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega agli affari Ue.

E aggiunge: ” Sul salario minimo c’è un dibattito che attraversa le famiglie europee. Ci sono Paesi del Nord Europa che chiedono la predominanza della contrattazione nazionale su quella europea. Il governo ne discuterà e troverà una soluzione, ma personalmente credo che in Italia e in Europa il salario minimo sia necessario, perché con l’uscita dal Covid dobbiamo avere maggiore coesione, innalzando diritti e salari“.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Caso Morisi, Salvini non si pente della citofonata a Bologna e dice: “Lega attaccata a reti unificate”

next
Articolo Successivo

Luca Morisi, ovvero una piccola storia ignobile che ci riguarda tutti

next