Questa settimana Andrea Scanzi dedica L’affondo – la rubrica in modalità video-selfie disponibile su TvLoft tutti i martedì a partire dalle 8 – a Luca Morisi, ex social media manager della Lega, indagato per cessione di droga a seguito di una perquisizione nata dalle dichiarazioni di tre ragazzi che hanno affermato di aver ricevuto sostanze stupefacenti proprio dall’ex capo della comunicazione online del Carroccio. Morisi – che ha abbandonato la sua posizione lavorativa dichiarando di avere “problemi familiari” – è stato iscritto nel registro degli indagati dalla procura di Verona. “Si tratta dell’uomo che ha inventato la ‘Bestia’, la macchina comunicativa di Matteo Salvini – ha detto il giornalista – una macchina che colpiva senza pietà tutti gli avversari politici ‘colpevoli’ di non pensarla come il capo. Adesso, siccome il karma esiste, i boomerang esistono, Morisi sta ricevendo lo stesso trattamento che lui ha riservato agli altri, indipendentemente dalla sua innocenza”. Tuttavia la domanda è un’altra: “Se fosse accaduta la stessa cosa a un’altra persona, politicamente avversaria, come si sarebbe comportato Matteo Salvini? Avrebbe mostrato la stessa pietas espressa in un post su Facebook nei confronti dell’amico o avrebbe strumentalizzato la vicenda?”, si è chiesto Scanzi.

‘L’affondo’ è un format realizzato da Loft Produzioni per il sito e la app di TvLoft nonché per la smart tv, disponibile online tutti i martedì dalle otto.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Marco Cappato a La Confessione (Nove) di Peter Gomez: “Dj Fabo mi disse: ‘se non mi aiuti a morire trovo qualcuno che mi spari'”

next