I primi quattro avventurieri spaziali della missione Insperation4 sono ammarati ieri sera nell’Oceano Atlantico al largo della costa della Florida dopo aver trascorso tre giorni nello spazio a bordo della navetta Crew Dragon di SpaceX, completando con successo la prima missione orbitale della storia senza astronauti professionisti a bordo. L’ammaraggio è avvenuto in orario, poco dopo le 19 ora locale. Quattro grandi paracadute hanno rallentato la discesa della capsula, recuperata rapidamente da una nave di SpaceX. I passeggeri saranno poi trasportati in elicottero al Kennedy Space Center, da dove la navetta era stata lanciata con un razzo Falcon 9 il 15 settembre.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

In Germania guai a parlare di obbligo vaccinale

next