“Io penso che tutte le azioni fatte finora sul Green Pass sono sempre state fatte ascoltando la comunità scientifica. Ciò che mi spaventa è quando queste decisioni diventano appannaggio di una linea politica o di una linea di un partito e mi riferisco all’atteggiamento di Salvini sul tema del green pass e dell’obbligo vaccinale”. Così il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, in collegamento dal Qatar alla festa del Fatto Quotidiano durante l’incontro “Afghanistan, Italia”, con Salvatore Cannavò e Fabrizio d’Esposito. (QUI L’EVENTO INTEGRALE). Il ministro quindi ha specificato: “Non è una questione di linea politica, se la comunità scientifica ci dirà che serve restringere ulteriormente i parametri del Green Pass per permettere al Paese di restare aperto, noi lo faremo”. “Salvini deve decidere se inseguire la Meloni o il bene del Paese“, ha aggiunto.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Festa de Il Fatto Quotidiano 2021 – “Afghanistan, Italia”, rivedi l’intervista al ministro Luigi Di Maio con Salvatore Cannavò e Fabrizio d’Esposito

next
Articolo Successivo

Di Maio alla Festa del Fatto Quotidiano: ‘Cingolani? Conto su chiarimento di Conte. Se proposta sul nucleare arrivasse al governo, la bloccherei’

next