La polizia postale, d’intesa con la Procura di Roma, ha avviato accertamenti sull’attacco hacker al ced della regione Lazio avvenuto la scorsa notte. L’apertura del fascicolo verrà formalizzata nelle prossime ore, dopo che a piazzale Clodio verrà depositata una prima informativa. I pm potrebbero procedere per accesso abusivo a sistema informatico. Obiettivo degli investigatori è capire la “matrice” dell’attacco e se c’è stata eventuale richiesta di riscatto.

A comunicare quanto accaduto questa mattina è stata l’Unità di crisi Covid 19 della Regione Lazio: “È in corso un potente attacco hacker al ced regionale. I sistemi sono tutti disattivati compresi tutti quelli del portale Salute Lazio e della rete vaccinale. Sono in corso tutte le operazioni di difesa e di verifica per evitare il protrarsi dei disservizi. Le operazioni relative alla vaccinazioni potranno subire dei rallentamenti. Ci scusiamo per il disagio indipendente dalla nostra volontà.”

“E’ un attacco senza precedenti per il sistema informatico della Regione – ha dichiarato l’assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato – Le procedure di registrazione possono subire rallentamenti” ha detto mentre stava andando a fare un sopralluogo. Mentre sull’ipotesi che l’attacco sia opera di no vax l’assessore spiega: “E’ presto per ipotizzare ogni cosa, abbiamo avvisato le forze dell’ordine e la polizia postale che faranno le dovute verifiche”.

L’assessore aggiunge, poi, che “le operazioni di somministrazione, che stanno regolarmente procedendo, potrebbero subire dei rallentamenti, poiché dovrà essere gestito manualmente l’inserimento dei dati. Tutto questo avviene proprio nel giorno in cui il Lazio ha superato il traguardo del 70% della popolazione over 18 vaccinata con doppia dose”. Mentre sono momentaneamente sospese le prenotazioni.

Lo ha definito “un fatto gravissimo che blocca un servizio fondamentale” il governatore del Lazio Nicola Zingaretti, che con un post su Facebook ha detto: “Ci scusiamo con i cittadini per gli inevitabili disservizi”.

Mentre su Twitter Daniele Leodori, vicepresidente della Regione Lazio ringrazia i dipendenti di “Laziocrea che da questa notte sono al lavoro per fronteggiare il duro attacco hacker ai sistemi informatici. Un attacco grave che colpisce la gestione delle prenotazioni dei VacciniCovid, creando disservizi e problemi ai cittadini”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Protesta No green pass, manifestazione in centro a Napoli: mascherine bruciate e minuto di silenzio per De Donno

next
Articolo Successivo

Veneto, contagio da variante Delta? Contact tracing anche nel condominio e nel quartiere del positivo

next