“Signor presidente ci sarebbe piaciuta una sua parola sull’ingerenza del Vaticano, sulla quale il presidente Fico ha detto delle parole per le quali lo ringrazio. Per altro al Vaticano andrebbe fatto osservare che se ritiene violato il Concordato, lo si potrebbe sempre ridiscutere”. Lo ha detto Nicola Fratoianni, segretario di Sinistra italiana, rivolgendosi a Mario Draghi durante le dichiarazioni di voto sulle mozioni sulle comunicazioni del premier sul prossimo Consiglio europeo. Ieri durante la conferenza stampa insieme a Ursula Von del Leyen, il premier aveva assicurato che sulle critiche del vaticano al disegno di legge contro l’omotransfobia avrebbe risposto oggi in Parlamento. Il discorso alla Camera però è stato riservato esclusivamente al Consiglio europeo previsto per il 24 e il 25 giugno, senza alcun cenno all’intervento della Chiesa sul ddl Zan

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Covid, Zaia annuncia lo stop alle conferenze stampa: “Non è un addio ma un arrivederci, intanto tocchiamo ferro”

next
Articolo Successivo

Ddl Zan, Draghi: “Il nostro è uno Stato laico, il Parlamento è libero. Ci sono tutte le garanzie per rispettare il Concordato”

next