L’Australia sta combattendo da mesi contro un’invasione di topi definita dal governo “senza precedenti”. La causa va ricercata soprattutto nel clima favorevole, nelle alluvioni che hanno ucciso i loro predatori e dal raccolto particolarmente abbondante. La piaga interessa soprattutto le zone rurali del Nuovo Galles del Sud. Sono decine infatti i video girati dagli agricoltori che mostrano migliaia e migliaia di roditori nei campi, nelle fattorie e nelle case. I danni economici per ora sono stimati in 100 milioni di dollari e, di fronte a una situazione che non fa che aggravarsi, il governo sta valutando l’ipotesi di distribuire veleno agli abitanti

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Libia, il premier Dbeibah a Roma per incontrare Draghi e le imprese italiane: al centro ricostruzione e migranti

next
Articolo Successivo

Israele, il salto nel buio del governo anti-Netanyahu: troppe distanze tra i leader. ‘Bibi’ perde l’immunità: lo attendono 3 processi

next