Una terrazza di circa 850 metri quadri e piccoli fabbricati a livello del mare proprio davanti i Faraglioni di Cefalù. I Carabinieri del Nucleo Operativo e della Stazione di Cefalù, con il contributo dei colleghi del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Palermo, di funzionari dell’Inps e dell’Ufficio Tecnico Comunale, hanno denunciato in stato di libertà 9 persone di età compresa tra i 30 e i 73 anni.

I militari hanno accertato che in un cantiere edile, in contrada Kalura, erano in corso interventi edilizi in muratura, in totale assenza delle autorizzazioni e su un’area demaniale marittima sottoposta a vincoli paesaggistici e sismici. In particolare, i militari hanno scoperto la costruzione di un terrazzamento in cemento di circa 850 mq e la costruzione di piccoli fabbricati in muratura a livello del mare, a totale copertura dei Faraglioni. Al committente dei lavori sono state anche elevate sanzioni in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro per 20.000 euro. Il cantiere, che non era visibile se non dal tratto di costa antistante, è stato sottoposto a sequestro preventivo.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Funivia Mottarone, una grande ombra incombe sulla gestione del ministero dei Trasporti

next
Articolo Successivo

Funivia Mottarone, iniziato il risveglio di Eitan Biran, il bambino di 5 anni sopravvissuto all’incidente

next