“C’è stato un calo vertiginoso dei contatti e dei decessi dovuti all’ordinanza che ha dato priorità assoluta (nelle vaccinazioni ndr.) ai vulnerabili”, così il commissario all’emergenza coronavirus, il generale Francesco Paolo Figliuolo, parlando a Firenze dopo la visita al centro vaccinale presso il Mandela Forum. Secondo Figliuolo ancora per “2 o 3 settimane” bisogna tenere la barra dritta, cioè “seguire in maniera armonica o ordinaria il piano“. Il generale quindi riprende i governatori che hanno fatto passi avanti nelle affermazioni sulle prossime inoculazioni: “L’obiettivo è per fine settembre. Se miglioriamo meglio, ma dobbiamo farlo con un piano cadenzato che tiene conto anche delle capacità vaccinali“. Figliuolo specifica: “Se non mettiamo in sicurezza gli over 60 che sono quelli che hanno il 90% di probabilità di finire in ospedale, e peggio ancora in terapia intensiva, e peggio morire, non ne usciamo. Per questo ora ci dobbiamo concentrare su queste categorie, poi a giugno con l’afflusso più massiccio di vaccini potremo pensare ad avere inoculazioni massicce sulle cateegorie, come i cassieri”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Coronavirus, i dati – 4.452 contagi in 24 ore con 262mila tamponi: il tasso di positività scende all’1,7%. Altre 201 vittime

next