Preso a calci e pugni perché andava troppo lento. È accaduto a un autista di un bus in servizio a Bari, nel quartiere San Paolo. Lunedì pomeriggio, mentre i poliziotti della volante di zona percorrevano viale Europa, il conducente della linea 13 dell’Amtab ha richiamato la loro attenzione, poi ha mostrato il vistoso graffio sotto l’occhio, riferendo di essere stato aggredito poco prima da una coppia, in particolare dal ragazzo.

Entrambi, dopo l’aggressione, erano scesi dal bus dirigendosi a piedi in direzione del quartiere. Il conducente, un uomo di 45 anni, al termine della corsa si è fatto visitare dai sanitari del pronto soccorso per le ferite riportate ed è stato dichiarato guaribile in pochi giorni. Agli agenti ha raccontato di essere stato aggredito poiché il giovane pretendeva che aumentasse la velocità di marcia ma, in ogni caso, non avrebbe potuto farlo a causa del traffico.

E così il giovane lo aveva aggredito con calci e pugni. I poliziotti si sono messi alla ricerca dei responsabili e in breve tempo hanno rintracciato la coppia, corrispondente alle descrizioni fornite dalla vittima. I due giovani, un ragazzo di 27 anni ed una ragazza di 23, sono stati fermati e identificati, e poi una volta in caserma il ragazzo è stato deferito in stato di libertà per il reato di violenza e lesioni ai danni di un incaricato di pubblico servizio.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Palermo, il progetto per vaccinare i senza fissa dimora: dopo Ballarò, ora a Borgo Vecchio il centro sociale diventa hub per le iniezioni

next