Un volo proveniente da uno scalo dall’India e diretto in Italia è stato annullato per ragioni di sicurezza anti Covid. L’aereo, che doveva atterrare all’aeroporto di Fiumicino, era inizialmente previsto per le 4 di mattina, poi rimandato alle 14 e infine annullato. La decisione è arrivata dopo che due giorni fa su un velivolo proveniente da New Delhi e atterrato sempre a Fiumicino 23 passeggeri sono risultati positivi al coronavirus.

Attualmente, l’ingresso in Italia dei cittadini di India, Bangladesh e Sri Lanka è stato vietato, eccetto per i residenti che dovranno sottoporsi a quarantena e tamponi, dal Ministro della Salute Roberto Speranza. Eppure le misure di contenimento aeroportuale – non applicate a voli già programmati – non hanno impedito la diffusione del contagio, specialmente nel Lazio. In mattinata, infatti, durante la trasmissione Agorà, l’assessore alla sanità della Regione Lazio Alessio D’Amato è tornato a chiedere il blocco totale dei voli dall’India, che sta collassando a causa dei troppi contagi favoriti dalla nuova variante.

Ad allarmare l’assessore sono soprattutto i casi di positività accertati in provincia di Latina: nella zona di Bella Farnia, a Sabaudia, 80 cittadini della comunità Sikh sono risultati positivi al Covid su un totale di 550 tamponi. Al termine di un vertice in prefettura, le autorità hanno quindi deciso di disporre la zona rossa. In provincia di Latina la popolazione indiana conta circa 30mila persone.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Covid, report Iss: “Nessuna regione a rischio elevato, ma l’indice Rt torna a salire”. Valle d’Aosta passa in rosso, Sardegna in arancione

next
Articolo Successivo

Arsenale da guerra nascosto in una masseria ad Andria: mitragliatori d’assalto, mine anticarro e bombe a mano. La scoperta della polizia – Video

next