Anche Ricky Tognazzi e Simona Izzo, registi della fiction Svegliati amore mio, hanno partecipato al presidio organizzato da Usb ai piedi del ministero dello Sviluppo economico per chiedere al ministro Giancarlo Giorgetti il reintegro di Riccardo Cristello. L’ex dipendente di ArcelorMittal era stato licenziato dopo aver pubblicato un post sulla sua bacheca Facebook, riferito alla serie televisiva andata in onda su Canale 5 e considerato denigratorio dai dirigenti dell’acciaieria di Taranto.
”Sono giorni difficili – dichiara Cristello – io non volevo offendere nessuno e chiedo solo di riavere il mio posto di lavoro.” A fare eco all’ex impiegato è Izzo che, ”da donna a donna”, si rivolge direttamente all’ad dell’azienda siderurgica Morselli, chiedendole di riprendere a lavorare Cristello. ”Dopo aver chiesto alla politica e a chi di dovere di intervenire – dice Izzo – non mi resta che rivolgermi direttamente a lei”. Un primo incontro tra l’azienda e il lavoratore si era tenuto lo scorso 14 aprile, quando i dirigenti avevano annunciato di voler reintegrare Cristello, solo dopo aver ricevuto le scuse da parte di quest’ultimo. L’ex dipendente aveva esposto la sua versione e dichiarato di non dover rilasciare delle scuse in quanto pensava di non aver offeso nessuno.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Il colosso farmaceutico Teva vuole chiudere il sito di Nerviano: a rischio 360 posti di lavoro

next
Articolo Successivo

Per i dirigenti il blocco dei licenziamenti non vale più. Ora serve l’intervento dello Stato

next