La sospensione turca dei contratti con alcune aziende italiane, come la Leonardo Elicotteri? Il famoso episodio del “sofa-gate” ha messo in evidenza un dato: in questo momento nel mondo c’è quella che gli esperti e studiosi dei diritti umani definiscono una recessione democratica. Purtroppo non c’è soltanto la Turchia. Ritengo che la ragione economica non può farci chiudere occhi di fronte a questi aspetti“. Sono le parole del ministro del Lavoro, Andrea Orlando, ospite di Maria Latella nella trasmissione “Il caffè della domenica”, su Radio24.

“Fino a un decennio fa – aggiunge – si pensava che ci sarebbe stata un’espansione della democrazia nelle forme che noi conosciamo, quella liberale. In molti Paesi si stanno facendo, invece, dei passi indietro, anche dentro all’Unione Europea. Per questo è giusto tenere sempre alta l’attenzione. Con il presidente Draghi condivido l’esigenza di mantenere l’attenzione su episodi come quello del “sofa-gate”. Poi naturalmente la complessità dei rapporti con questi Paesi implica una politica. Non è che ce la caviamo con un giudizio. Ma è giusto tenere assolutamente in considerazione questo tema”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

ArcelorMittal, ministro Orlando su operaio licenziato: “Il caso non è stato chiarito. Ho scritto all’azienda ma chiederò informazioni in più”

next
Articolo Successivo

Emma Bonino si è vaccinata con Astrazeneca: “Necessario farlo per proteggere se stessi e gli altri”

next