Ilmira Bagautdinova, ballerina del teatro Mariinskij di San Pietroburgo, ha voluto dire la sua su ciò che sta accadendo alla baia di Barareinaya, vicino a San Pietroburgo. La baia rischia in fatti di diventare un terminal portuale per le spedizioni di grano andando a danneggiare l’area natura dove, specifica la ballerina “ogni primavera nidificano decine di cigni”. Per questo la danzatrice si è esibita in una particolare performance: la ragazza ha ballato sulla baia congelata, esibendosi sulle note de “Il lago dei cigni” di Pëtr Il’ič Čajkovskij. La ballerina ha anche firmato una petizione, invitando anche tutti i suoi follower a sottoscriverla. La raccolta firme è a 7500 sostenitori.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili