Luca Gaudiano, 29enne di Foggia ma trapiantato a Milano: è lui il vincitore della categoria Nuova Proposte del Festival di Sanremo 2021. “Dedico questa vittoria a mio padre: è andato via due anni fa, adesso lo sento qui con me”. Con queste parole, e le lacrime agli occhi, il cantautore ha accolto la vittoria sul palco del teatro Ariston. A regalargli il primo posto è stata la canzone “Polvere da sparo”, dedicata a papà Ciro, morto esattamente due anni fa per un tumore al cervello.

Una canzone, quella di Gaudiano, che è stata scritta di getto durante un lunghissimo viaggio in treno: sette ore, da Foggia a Milano, a bordo di un Frecciabianca. Si era appuntato tutto su un tovagliolino di carta, che conserva ancora, per raccontare la rabbia, la solitudine e il rifiuto davanti a un lutto. “È la canzone che non avrei mai voluto scrivere, ma è anche il brano che mi ha permesso di parlare di questi temi, oggi, a Sanremo. È nata di getto, mentre uscivo da un periodo difficilissimo“, ha raccontato il cantante, che con il papà aveva un rapporto speciale. È stato proprio il padre a regalargli la prima chitarra, quando aveva 15 anni, ed è stato sempre lui ad accompagnarlo alle prime serate in provincia.

“Una canzone così forte che Luca ha custodito nella speranza di poterla un giorno gridare a voce alta al mondo”, ha raccontato al Corriere il fratello Emilio, che compone la famiglia Gaudiano assieme a mamma Rosa e alla sorella Novella. Luca è il più piccolo di un nucleo familiare che ha dovuto avere a che fare con un lutto così devastante. Era il 23 dicembre del 2005 quando il tumore fu operato per la prima volta e tutto sembrava essere andato per il meglio. Eppure, dal 2016 al 2019, Ciro ha dovuto combattere la sua seconda battaglia.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Fedez chiama Chiara Ferragni in diretta ma lei gli rifiuta la chiamata

next
Articolo Successivo

Maria Monsé posa seminuda con la figlia 14enne. Caterina Collovati furibonda: “Fermate questa barbarie”

next