Dopo aver visto un incremento importante nel numero di utenti fuggiti in massa da WhatsApp per i cambiamenti alle politiche sulla privacy, Telegram si prepara a prendere in prestito dall’app di messaggistica rivale alcune funzioni che potrebbero tornare molto utili. Quali sono le novità in arrivo su Telegram?

Come scovato dai colleghi di TestingCatalog, l’ultima beta di Telegram per Android porta con sé alcune interessanti novità che riguardano i gruppi ed i widget. Essendo queste funzioni disponibili in Beta, arriveranno sicuramente nella versione stabile dell’app molto presto.

Telegram Beta v7.5 introduce per la prima volta i codici QR per la condivisione dei gruppi. Gli altri utenti di Telegram potranno semplicemente scansionare con la fotocamera del proprio smartphone il codice per entrare immediatamente nel gruppo condiviso.

Gli inviti ad entrare dei gruppi possono ora anche essere predisposti in modo che scadano dopo un certo periodo di tempo oppure dopo che il link è stato utilizzato un determinato numero di volte.

Tutte queste nuove funzioni per gli inviti ed i QR code da condividere si trovano nelle impostazioni del gruppo scelto.

Quest’ultima beta rende anche più facile segnalare i contenuti ai moderatori di Telegram all’interno di gruppi o canali. Oltre allo spam, ora è possibile segnalare messaggi per violenza, abuso di minori, pornografia o “altro”. Un’altra nuova aggiunta è la possibilità di segnalare più messaggi contemporaneamente.

Per gli amanti dei widget, in Telegram Beta v7.5 arrivano anche due nuove utili “decorazioni” per la vostra homescreen. Il widget 2×2 mostrerà 4 icone delle vostre chat o canali preferiti mentre il widget 5×2 mostrerà un’anteprima dei messaggi.

Come ricorda AndroidCentral, nonostante i widget siano automaticamente popolati con le vostre chat più recenti per impostazione predefinita, è possibile selezionare le chat preferite quando si aggiunge il widget alla homescreen.

Commenti - Non perdere ogni mattina gli editoriali e i commenti delle firme Fatto Quotidiano.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Samsung Galaxy Watch 3: sullo smartwatch si prepara il grande ritorno di Android?

next
Articolo Successivo

Samsung Galaxy A30s, smartphone economico in offerta su Amazon con sconto del 27%

next