Il boom di contagi da coronavirus registrato in provincia di Brescia preoccupa le autorità locali e nazionali, tanto che il Comitato tecnico scientifico sta valutando la situazione e potrebbe a breve suggerire il da farsi. A spiegarlo è stato il sindaco di Brescia, Emilio Del Bono, in conferenza stampa: “Il Cts farà le sue valutazioni a breve”, ha detto ieri il primo cittadino, sottolineando l’aumento dei casi e anche dei ricoveri in ospedale.

Il governatore della Lombardia, Attilio Fontana, ora annuncia quali sono le restrizioni allo studio: “Nella lettera che ho inviato ieri al ministero della Salute ho fatto due ipotesi: l’istituzione della zona arancione in tutta la provincia di Brescia con la chiusura delle scuole o in alternativa alcuni interventi localizzati in alcuni Comuni dove i dati sono più brutti”, spiega a Repubblica. “La decisione la prenderò quando riceverò la risposta dei tecnici da Roma”, ribadisce Fontana.

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Covid, un anno dopo il racconto dal primo hotel-focolaio di Alassio: “89 ospiti in isolamento obbligatorio. La vacanza diventò un incubo”

next
Articolo Successivo

Traffico di droga dall’Albania alla Lombardia, smantellate due bande: arresti in Italia e all’estero

next