“Domani deciderò se astenermi o votare contro. Non è una votazione che farò a cuor leggero, però ritengo di fare un voto in coerenza con la storia politica del Movimento 5 stelle”. Risponde così il senatore del Movimento 5 stelle, Emanuele Dessì, interrogato sul voto di fiducia di domani al governo Draghi a Palazzo Madama. Ad alcuni senatori 5 Stelle che hanno già pubblicamente manifestato la propria contrarietà si aggiunge Daniele Pesco, ancora indeciso: “Deciderò domani dopo il discorso del presidente Draghi“. Entrambi pongono dubbi rispetto all’esito della votazione degli attivisti sulla piattaforma Rousseau, nonostante anche oggi il capo politico Crimi abbia ribadito come sia “vincolante” per i parlamentari . “Quel voto non risponde al quesito vero della fiducia al governo Draghi” afferma Dessì. E Pesco aggiunge: “La situazione di oggi non è identica a quando si è votato – spiega – quando si è votato non era definito il perimetro politico e sul numero di ministri e su quelli che a noi sono stati assegnati riservo qualche dubbio. Domani ci sarà chi si assumerà le propri responsabilità”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Caos Forza Italia, tre parlamentari lasciano. Napoli: “Da tempo a disagio, passati dal 33% al 6%”. Mulè: “Non temo altri addii” – Video

next
Articolo Successivo

Governo Draghi, Fassina (Leu): “Sto facendo di tutto perché M5s e Sinistra italiana votino a favore. Bisogna combattere da dentro”

next