di Domitilla De Gironimo

È triste veder andare via il miglior Presidente del Consiglio della mia vita.
Sì perché, a soli vent’anni, ne ho già visti tanti, dal momento che si scambiano il testimone con la stessa velocità di una staffetta da 400m.
Ancor più triste è vederlo lasciare Palazzo Chigi, con il sottofondo di commenti irripetibili di giornalisti diffamatori di colui che fino a pochi mesi fa era considerato il salvatore della patria.

Tuttavia, gli applausi dei dipendenti di Palazzo Chigi, affacciati alle finestre del cortile interno, proprio come noi cittadini abbiamo fatto a marzo per solidarietà, hanno sopraffatto qualunque commento negativo. Quelli erano gli applausi degli italiani che, riconoscenti per tutto quello che Giuseppe Conte ha fatto per noi, lo sostengono, apprezzano e rispettano.

Da giovane studentessa, voglio ringraziare Giuseppe Conte per avermi fatto credere per la prima volta nella politica, nell’Italia e nel futuro. Fino ad un anno fa, non avrei mai immaginato di scrivere un articolo, per lo più di politica, della quale ho sempre fatto volentieri a meno. Eppure, eccomi qua, spinta da una grande voglia di far sentire la mia voce, per dire la mia, come tanti altri ragazzi che hanno trovato in Conte un punto di riferimento importante.

Giuseppe Conte ha avvicinato tantissimi giovani alla politica perché ha mostrato il lato umano dell’uomo politico. Ha dimostrato che non tutti i politici sono disonesti, egocentrici e sostanzialmente menefreghisti. Saremo noi giovani a scrivere riguardo tutto ciò che sta accadendo e non ci dimenticheremo di chi ci è stato vicino, di chi ha avuto a cuore la nostra salute. Nei libri di storia sarà evidenziato e scritto in maiuscolo non il nome di chi ha pugnalato il governo, ma di chi ha combattuto per tenerlo in piedi, nel periodo storico più difficile dopo il Secondo Dopoguerra.

Caro Presidente Conte (per me lei sarà sempre il Presidente), spero di rivederla presto in politica, perché noi giovani abbiamo bisogno di lei.

Il blog Sostenitore ospita i post scritti dai lettori che hanno deciso di contribuire alla crescita de ilfattoquotidiano.it, sottoscrivendo l’offerta Sostenitore e diventando membri del Fatto social club. Tra i post inviati Peter Gomez e la redazione selezioneranno quelli ritenuti più interessanti. Questo blog nasce da un’idea dei lettori, continuate a renderlo il vostro spazio. Se vuoi partecipare sottoscrivi un abbonamento volontario. Potrai così anche seguire in diretta streaming la riunione di redazione, mandandoci in tempo reale suggerimenti, notizie e idee, sceglierai le inchieste che verranno realizzate dai nostri giornalisti e avrai accesso all’intero archivio cartaceo.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

I miei ringraziamenti ai campioni della politica italiana, Renzi in testa

next
Articolo Successivo

Sui social migliaia di messaggi per Conte e critiche al nuovo governo (sui suoi profili). E oltre 1,2 milioni di like per il post del saluto

next