I due paesi più popolosi al mondo, India e Cina, non utilizzeranno il vaccino di Pfizer-Biontech, il primo a essere approvato in assoluto in diversi paesi. La casa farmaceutica ha riferito di avere ritirato la richiesta per l’approvazione per l’uso in India e di avere partecipato a una riunione con gli esperti dell’ente regolatore dei farmaci il 3 febbraio. Sulla base della deliberazione di tale riunione e “la nostra comprensione delle informazioni aggiuntive di cui il regolatore potrebbe aver bisogno, la società ha deciso di ritirare la sua domanda in questo momento”.

Pfizer ha affermato che continuerà a rimanere in contatto con le autorità e che si è impegnata a rendere il suo vaccino disponibile per l’uso in India. La società ha affermato che avrebbe “ripresentato la sua richiesta di approvazione con ulteriori informazioni non appena saranno disponibili nel prossimo futuro”. Non è chiaro quali informazioni il comitato di esperti abbia chiesto. I funzionari del ministero della Salute indiano hanno sottolineato che il vaccino Pfizer non è necessariamente il più adatto per l’India poiché richiede congelatori ultra freddi per la conservazione che non sono facilmente disponibili e a causa del costo elevato. Pfizer è statala prima azienda ad avvicinarsi all’ente regolatore indiano a dicembre per il suo vaccino a Rna messaggero che ha sviluppato con la tedesca BioNTech. È poi seguita una versione del vaccino di AstraZeneca prodotta dal Serum Institute of India e da un’altra società indiana Bharat Biotech, la quale ha ottenuto l’autorizzazione per l’uso di emergenza il 3 gennaio.

A differenza di altre società che conducono piccoli studi in India per vaccini sviluppati all’estero, la Pfizer aveva chiesto un’eccezione citando le approvazioni che aveva ricevuto altrove sulla base di studi condotti in Paesi come gli Stati Uniti e la Germania. Le autorità sanitarie indiane generalmente chiedono i cosiddetti test ponte per determinare se un vaccino è sicuro e genera una risposta immunitaria nei suoi cittadini. Ci sono tuttavia in alcuni casi delle deroghe che consentono di rinunciare a questo tipo di regolamentazione. Entrambi i paesi stanno conducendo le loro campagne vaccinali utilizzando altri prodotti. In Cina la campagna vaccinale è condotta con i composti sviluppati con virus inattivati.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Navalny, Borrell incontra Lavrov a Mosca: “Relazioni Russia-Ue a punto critico”. Espulsi ambasciatori di Svezia, Polonia e Germania

next
Articolo Successivo

Birmania, Aung San Suu Kyi è uscita dal carcere e rimarrà ai domiciliari nella sua casa: “È in buona salute”

next