Tre casi di variante brasiliana sono stati rintracciati in Abruzzo. A rilevare le positività è stato l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Abruzzo e del Molise “G. Caporale” e ora i tamponi saranno inviati all’Istituto Superiore di Sanità per poter completare la sequenza dell’intero genoma.

L’annuncio è stato dato dal presidente della Regione, Marco Marsilio. I tre positivi alla variante brasiliana appartengono a una famiglia di Poggio Picenze, in provincia di L’Aquila, che era rientrata dal Brasile. Secondo quanto riferito da Marsilio, si tratta di un caso tempestivamente individuato e isolato.

I casi abruzzesi seguono il primo contagio alla variante brasiliana individuato a Varese negli scorsi giorni e comunicato lunedì pomeriggio da Ats Insubria. Anche in quel caso si trattava di una persona rientrata dal Paese sudamericano. L’uomo era atterrato a Malpensa, via Madrid, ed era stato sottoposto al tampone obbligatorio previsto dalle norme anti-Covid per rientri dagli Stati esteri considerati a rischio.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Crolla solaio di un capannone nel Brindisino: un morto. Quattro operai estratti vivi dalle macerie: uno è in pericolo di vita

next
Articolo Successivo

Vaccini, il punto sulle seconde dosi nelle Regioni: ecco chi ha somministrato più richiami

next