Pacchi e singoli prodotti presi direttamente dal magazzino e consegnati a chi non ne aveva diritto. Così agivano la sindaca di San Germano Vercellese, Michela Rosetta, e l’ex assessore, Giorgio Carando, ora agli arresti domiciliari con l’accusa di peculato, falso materiale e ideologico e abuso d’ufficio. Secondo l’accusa distribuivano illecitamente gli aiuti alimentari a famiglie con redditi oltre i 7mila euro mensili, anziché darli ai veri beneficiari dei fondi: anziani non autosufficienti, nuclei con redditi bassi o con figli minori o disabili, o stranieri in difficoltà. Ecco il video delle telecamere nascoste con cui gli agenti hanno scoperto l’ex assessore mentre portava via dal magazzino una parte consistente dei prodotti.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Bergamo chiede di essere esclusa dalla zona rossa: “Qui l’incidenza dei contagi è più bassa”. Crema e Cremona si accodano

next
Articolo Successivo

Vaccini, Pfizer: “Consegne rallenteranno a gennaio-febbraio”. Sei ministri Salute Ue alla Commissione: “Inaccettabile”

next