Tutti uniti per salvare la vita a Fabrizio, un 44enne al quale l’estate scorsa è stata diagnosticata la leucemia. Siamo ad Aradeo, un paese nel sud Salento dove Fabrizio, padre di due bambini, è molto conosciuto. Da qui la decisione di dare via a una catena di solidarietà commovente: tra i suoi abitanti si sta cercando, attraverso il test della ‘tipizzazione’, di trovare il donatore compatibile al trapianto del midollo osseo, per potergli salvare la vita. Tutti in fila per fare gli esami: uomini e donne in buona salute, di età compresa tra i 18 e i 36 anni non compiuti, uniti per una “campagna” avviata sui social dalle sorelle di Fabrizio e diventata in breve virale, con il coordinamento di Admo Puglia. Importantissimi gli appelli lanciati da numerosi artisti salentini tra cui tra cui Cesko, gli Après la Classe, ed Emma che ad Aradeo è cresciuta, e dove abita ancora la sua famiglia. Commossa, la sorella di Fabrizio ha ringraziato tutti: “Anche se magari non riuscirà a salvare la vita a mio fratello, potrà servire a ridare la speranza di vita ad altre persone in attesa di trapianto. Il loro nome sarà infatti inserito nel Registro Italiano Donatori Midollo Osseo, dove rimarranno fino all’età di 56 anni”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Justin Laevens, primo coming out nel ciclismo: “Voglio dare coraggio a chi si nasconde. Amo un uomo”

next
Articolo Successivo

Bridgerton, i fan della serie pagano 700 dollari per i libri da cui è tratta. L’autrice: “Siete pazzi”

next