Gli scienziati dell’agenzia spaziale di Pechino festeggiano quando una sonda cinese inviata sulla Luna per riportare indietro i primi campioni lunari in quattro decenni atterra con successo. La navicella spaziale Chang’e-5, che prende il nome dalla mitica dea cinese della Luna, “è atterrata sul lato più vicino della Luna nella giornata di martedì”, ha riferito l’agenzia statale Xinhua, citando l’Amministrazione spaziale nazionale cinese. La Cina ha investito miliardi nel suo programma spaziale gestito dai militari, con la speranza di avere una stazione spaziale con equipaggio entro il 2022 e di inviare alla fine esseri umani sulla Luna.

Il Fatto Internazionale - Le notizie internazionali dalle principali capitali e il dossier di Mediapart

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Vaccino Covid, in Brasile è corsa all’oro: un’anarchia estesa a tutto il mondo

next
Articolo Successivo

Vaccino Pfizer approvato in Uk, “guerra” a colpi di tweet tra ambasciatore tedesco e ministro britannico

next