“Abbiamo in animo di aumentare ad almeno 20mila la capacità quotidiana di tamponi e da lunedì si inizieranno a fare anche i tamponi antigenici per arrivare presto a 100mila antigenici che si aggiungeranno ai 200mila molecolari al giorno, quindi sarà possibile uno screening di 300mila italiani. A marzo facevamo 2 mila tamponi al giorno, 12 volte di meno”. Lo ha spiegato il commissario Domenico Arcuri, nel corso di una conferenza stampa. “Medici di base e pediatri di libera scelta dovranno aiutarci ancora di più di quanto hanno fatto finora – ha aggiunto -. Dobbiamo chiedergli di curare il più possibile a casa, dotandoli dei dispositivi di sicurezza adeguati. Dobbiamo a tutti i costi alleggerire la pressione sugli ospedali

Memoriale Coronavirus

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Veneto, appalto da 148 milioni per i tamponi rapidi: fornitura anche per altre sei Regioni

next
Articolo Successivo

Coronavirus, Arcuri: “Se curva non si raffredda nessun sistema può reggere. Muoviamoci tutti il meno possibile”

next